Diario dei 100 giorni

Posted by Loredana - 3 settembre 2012 - Comunicazioni - No Comments

26 Maggio 2012

La casa comunale apre le porte, per la terza volta , a Nicola Derito nuovamente nelle vesti di sindaco. Insieme a lui un gruppo , piuttosto eterogeneo, di giovani, donne e veterani della politica. Domenica Carrà, il primo vicesindaco donna nella storia di San Costantino Calabro ed i consiglieri di maggioranza Antonello Corigliano, Tonino Denami e Pasqualina Chiarello.La minoranza è invece composta da Francesco Carullo e Giuseppe Consoli.

Fin dal primo consiglio  la nuova amministrazione apporta delle novità assolute. In primis vengono comunicate le modifiche allo statuto comunale, nello specifico si tratta di un ritocco di un articolo riguardante la carica di assessore esterno. Mentre prima l’assessore esterno doveva essere “illibato” da cariche politiche di alcun genere e non doveva nemmeno essere stato candidato ad  elezioni comunali, provinciali, regionali o nazionali, ora questa clausola, dell’articolo 20 del vecchio statuto comunale, è stata eliminata cosicchè ora il consigliere esterno può essere scelto anche se ha già avuto a che fare con la vita politica. Da segnalare l’abbandono dell’aula da parte del consigliere Carullo,  per protestare contro la modifica dello statuto . Il consigliere infatti si è lamentato che nel programma amministrativo della maggioranza non vi era il benchè minimo accenno alla volontà della  suddetta modifica , ha ricordato  inoltre che la parte dell’articolo in questione, ora eliminata, era stata voluta per non permettere ai candidati che non avessero avuto l’approvazione del popolo di governare.

Nel mese di agosto viene istituita per la prima volta a San Costantino Calabro, la figura del Presidente del Consiglio. E’ certamente un momento storico per il nostro paese che, aggiunge una figura importante che, ha  prerogative di organo del comune, alla stregua del sindaco e  della giunta, cioè di un soggetto che è centro di poteri e di competenze. Spetta ad Antonello Corigliano rivestire questa importante carica dopo l’elezione all’unanimità da parte dei presenti, mentre il consigliere di minoranza Giuseppe Consoli viene eletto, con il parere favorevole di tutti, Vicepresidente. Vengono inoltre   comunicate le cariche di ogni consigliere: Domenica Carrà nel ruolo di vicesindaco con delega alle politiche sociali e commercio; Tonino Denami delega al settore ambiente e territorio, rapporti con le  associazioni,oltre a cultura e spettacolo; Pasqualina Chiarello delega alla pubblica istruzione e rapporti con le istituzioni scolastiche;  Antonello Corigliano Presidente  del Consiglio con  delega ai  lavori pubblici, urbanistica ,politiche comunitarie, personale e trasporti; Giampiero Calafati  viene nominato assessore esterno con delega al bilancio e alla programmazione oltre ad affiancare Tonino Denami con delega di  cultura e spettacolo.

Apprezzabile è stata inoltre, l’iniziativa della nuova amministrazione di concedere al pubblico la possibilità di poter votare la propria commedia preferita; è stata infatti costituita per la prima volta, all’interno della rassegna teatrale sancostantinese, la Giuria Popolare; coinvolgendo, come promesso in campagna elettorale, le associazioni, difatti proprio in questi giorni Politeia, Agorà, Essenza, Compagnia Teatrale Enotrio P. e Amici di San Rocco cooperano sinergicamente per la buona riuscita della, ormai prestigiosa, rassegna teatrale.

I primi 100 giorni dell’amministrazione Derito hanno portato senza dubbio un’ondata di novità ma nascono tuttavia spontanee delle domande; ci chiediamo se  le modifiche apportate allo statuto, con un presidente ed un vicepresidente del consiglio ed un assessore esterno, non comportino una spesa superflua, risultando così delle figure ridondanti e che possano pesare sul bilancio comunale, che sappiamo scarno e disagiato. Ci auguriamo quindi che la Consulta Cittadina venga formalizzata al più presto, per creare un luogo di incontro e per poter dare la possibilità a noi  cittadini di esprimere il proprio parere creando, una sede  in cui l’amministrazione può dare risposta ai nostri legittimi dubbi.

L.C.